Home » Motivazione del personale: il fattore soft del pieno apprezzamento

Caro imprenditore, quando un tuo collaboratore riesce bene nel proprio lavoro, gli mostri il tuo pieno apprezzamento? Probabilmente a questa domanda, risponderai con un’altra domanda: perché elogiare qualcuno che ha svolto il proprio dovere e per questo viene già pagato? Vedi, devi sapere che non basta uno stipendio sostanzioso a motivare i collaboratori e a farli sentire apprezzati e stimolati a lavorare meglio. È indispensabile che tu riconosca un buon lavoro pubblicamente e in modo esplicito, poiché le prestazioni del personale migliorano quando ne vengono riconosciuti i lati positivi.

Motivare il personale: gli errori più gravi

Purtroppo, nelle aziende, avviene spesso il contrario.

Evidenziare soltanto gli sbagli

Nel momento della riunione, per esempio, capita che l’imprenditore parta già con l’idea di ammonire i collaboratori, evidenziando solo il lavoro svolto male e ignorando completamente ciò che è stato svolto correttamente.

Quest’azione di sottolineare soltanto i lati negativi del personale, è di solito una conseguenza della mancanza di sincero interesse. Ascolti mai le richieste, le esigenze e le preoccupazioni delle persone che lavorano con te? Non troppo spesso, vero?

NON GRATIFICARE IL PERSONALE

Si è diffusa un’idea, chiaramente sbagliata, che facendo notare ai collaboratori soltanto gli errori, questi ultimi siano più propensi al miglioramento. Non è così che funziona! Se critichi sempre chi lavora per te e non dimostri mai il tuo entusiasmo per un compito eseguito in modo eccellente o per una nuova idea, otterrai in cambio un personale demotivato che, con il tempo, perderà interesse per l’azienda.

Anzi, ti dirò di più! Così facendo, diverrai la causa del tuo fallimento.

Motivare il personale è importantissimo. È molto meglio, invece, che i collaboratori si sentano gratificati, perché così diventano di conseguenza disposti al sacrificio e a prestare aiuto nei periodi più difficili e in cui avrai bisogno di tutto l’appoggio possibile.

Per farti capire meglio… Quando andavi a scuola, ci sarà stato sicuramente un professore che, nonostante facessi bene i compiti, non ti dava mai la soddisfazione di dirti di essere stato bravissimo, né tantomeno si complimentava con te davanti alla classe, come magari invece avveniva con altri compagni. Sebbene i tuoi voti non fossero bassi, non ricevevi mai elogi da parte sua e questo piano piano ti ha portato ad odiare quella materia e a smettere di studiarla.

Caro imprenditore, non fare lo stesso errore del professore. Premia i tuoi collaboratori con apprezzamenti sinceri quando lo meritano, sicuramente ti ripagheranno.